Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie policy.
Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Il caso del percorso per i giovani del Distretto dell'economia civile

Presento un piccolo risultato che non può che stare dentro un blog che si chiama local&share. Lo presento non come celebrazione, ma come atto adottabile in altri contesti sia nel processo (soprattutto) sia nel risultato (anche). All'interno del Distretto dell'economia civile (che nel prossimo post introdurrò e racconterò nello specifico) che si sta sperimentando da un anno circa con Legambiente a Campi Bisenzio  (Fi)  è stato avviato un focus specifico su lavoro&giovani. Ovvero:

  • Come migliorare le condizioni per il lavoro in una città di quasi 50.000 abitanti?
  • Come far uscire i talenti?
  • Come rendere  inclusi i processi di autonomia giovanile?
  • Come connettere una città che ha nascite in positivo (è tra le cittadine in Italia con la più alta presenza giovanile) con il variegato e ricco mondo giovanile in termini soprattutto formativi e lavorativi? 

Bene...su queste impegnative domande si è costituito un tavolo di lavoro che in tempi diversi ha sviluppato un processo di partecipazione coinvolgendo più di 100 persone. Giovani studenti, giovani amministratori, giovani coworker,  alcuni opinion leaders e un po' di rappresentanti del terzo settore hanno:

  • elaborato un testo per una delibera attraverso lo stile della testimonianza. Ascolto una buona pratica che arriva da un'altra parte d'Italia, la discuto per tirarne fuori il modello, restituisco il risultato in forma di  testo che elenca le cose da fare da parte dell'Amministrazione.
  • avviato un percorso di discussione con la parte politica e la parte degli uffici sul contenuto della delibera.

In 6 mesi di lavoro il percorso partecipativo verso la delibera  è arrivato in fondo al suo iter con l'approvazione - vedi testo e allegato.

Un testo che apre a numerose strade “facilitanti” e abilitanti” processi legati al lavoro giovanile e che si manifesta formalmente così come è stato scritto dalle persone che hanno partecipato al percorso partecipativo.....proprio con tutti i temi confermati. Un punto di non ritorno anche per l'amministrazione locale che su quelle direttrici scritte si dovrà muovere da qui in avanti.

Credo che nel piccolo rappresenti una  buona pratica di valore che proprio per la sua semplicità ma anche per la sua capacità penetrativa può rappresentare un piccolo ma efficace canovaccio di lavoro trasferibile in altri contesti.

Login Form